In questo articolo scoprirai come poter allietare le tue giornate invernali con i caminetti a bioetanolo.

Si avvicina l’autunno e siamo tutti un po’ più invogliati a stare davanti ad un caminetto, non solo per l’atmosfera che questo ricrea, ma anche per il calore che sprigiona.

Se fino a poco tempo fa solo pochi fortunati potevano permettersi l’installazione di una canna fumaria, oggi con i caminetti a bioetanolo tutti possono permettersene uno! Ne vengono prodotti di tutti i tipi e tutte le dimensioni, a misura di ogni soggiorno, parete e anche di ogni “tasca”.

Cosa sono i caminetti a bioetanolo?

Il caminetto a bioetanolo funziona così: c’è un serbatoio, che viene riempito di bioetanolo, nel quale vengono poste delle pietre porose che assorbono il bioetanolo. Il bioetanolo verrà rilasciarlo nell’ambiente sotto forma di vapori, poi bruciati completamente dalla fiamma.

Grazie alla sua struttura, il camino a bioetanolo è anche molto sicuro, in quanto la pietra all’interno del serbatoio separa tra di loro la fiamma ed il combustibile impedendone il contatto diretto. Bisogna però prestare sempre attenzione, in quanto si tratta di materiale infiammabile.

Cos’è il bioetanolo?

Il bioetanolo è una sostanza liquida naturale che deriva dalla fermentazione di biomasse dal contenuto altamente zuccherino (ad esempio mais, orzo e barbabietole da zucchero).

E’ un elemento che produce emissioni di anidride carbonica molto inferiori rispetto ad altri tradizionali combustibili liquidi, ed è per questo che la normativa non richiede l’utilizzo della canna fumaria. Nel caso di utilizzo prolungato bisogna garantire un ricircolo d’aria nell’ambiente, aprendo magari le finestre, ed evitare di utilizzarlo in ambienti troppo piccoli o privi di aperture.

Quali sono le tipologie di caminetti a bioetanolo?

Qui sotto vorremmo darvi un’idea su come scegliere il vostro camino a bioetanolo, a seconda delle dimensioni della vostra stanza e della complessità di installazione dello stesso.

Caminetti da appoggio.

Non hanno bisogno di altro se non un bel tavolino su cui poggiarli. Piccoli e facilmente trasportabili, possono essere posizionati ovunque! Attenzione però che non si trovino vicino tende o altro che potrebbe svolazzare sopra la fiamma.

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

Caminetti da appoggio a terra.

Questi caminetti a bioetanolo si posano direttamente in terra e hanno bisogno di ambienti più spaziosi per goderne appieno, ma sono pronto uso! E fanno la loro bella figura anche all’aperto!

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

Caminetti da parete.

Sono i caminetti a bioetanolo che si agganciano alla parete come un qualsiasi pensile, o quadro! Il bello è che non hanno bisogno di opere murarie.

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

Caminetti in muratura.

Sono i caminetti a bioetanolo che hanno bisogno di maggiori opere murarie, ma il risultato è quello che si avvicina di più ai tradizionali caminetti a legna o a gas. L’effetto è assicurato!

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

Vista la loro adattabilità e la mancanza di canna fumaria, i caminetti a bioetanolo trovano posto negli ambienti più disparati, come il bagno. Vengono utilizzati anche come separatori di ambienti o per recuperare vecchi caminetti esistenti ma non più utilizzabili.

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

caminetti a bioetanolo

Pin It on Pinterest

Share This

Share This