Angolo ufficio in casa: 5 suggerimenti per realizzarlo

Angolo ufficio in casa: 5 suggerimenti per realizzarlo

Chi non ha mai desiderato poter avere un piccolo angolo ufficio, anche solo per poter conservare i documenti che riguardano la propria casa? Oppure semplicemente per poter posare in un luogo sicuro il proprio laptop quando non viene utilizzato.

Un angolo ufficio in casa può essere necessario per vari motivi, sia per chi da casa ci lavora che come angolo per studiare o sviluppare progetti personali. Un angolo ufficio può essere messo in tantissimi angoli della casa, anche nei meno tradizionali; spazi che possono essere grandi o piccoli, con più funzioni o prettamente decorativi, organizzati o caotici e tanto altro. L’importante è capire le esigenze di chi lo occuperà e come sfruttare al meglio lo spazio a disposizione.

Come risolvere il problema dell’ufficio se in casa non c’è spazio per una scrivania accessoriata?

Da qualche tempo gli spazi planimetrici nei nostri appartamenti diventano sempre più esigui. Le nuove case vengono progettate in tagli più piccoli, e sono eliminati dalle distribuzioni interne degli appartamenti corridoi e disimpegni, utilizzando così tutti i mq a disposizione.

Diventa quindi necessario, non disponendo più di una camera di passaggio in cui poter sistemare la nostra postazione di lavoro casalinga, ricavare nelle nostre stanze (qualsiasi esse siano) un angolo ufficio, il cosiddetto home office, che non solo si integri con il resto dell’arredo della stanza, ma che allo stesso tempo riesca a delimitare anche lo spazio di lavoro in un ambiente che spesso racchiude più funzioni.

Gli elementi indispensabili per questo spazio sono:

  • un piano di lavoro
  • una sedia
  • una buona illuminazione
  • degli spazi dove riporre gli oggetti a portata di mano (mensole o cassetti)

Dove creare uno spazio in più?

Chi vive in una casa sa quali sono gli angoli che non vengono sfruttati e non sono di passaggio. In questo articolo vi suggeriremo dove trovare quell’angolino nascosto in casa vostra, da poter destinare ad ufficio. Sicuramente non sarà qualcosa di convenzionale, ma vale la pena continuare a leggere, soprattutto se in casa avete poco spazio per poter collocare una vera e propria scrivania.

E allora diamo libero sfogo alla fantasia! Seguite i nostri consigli:

  • Inserisci la scrivania in una nicchia.

Un’ottima soluzione è installare delle ante sui muri della nicchia così da essere chiuse per nascondere il disordine dell’angolo ufficio.

  • Inserisci l’angolo ufficio nella parete attrezzata del soggiorno.

I ripiani delle pareti attrezzate, posizionati alla giusta altezza e con una profondità leggermente superiore a quelli della libreria, fungono da piani di lavoro e si integrano perfettamente nell’arredo, scomparendo così alla vista.

  • Realizzare una mensola sotto alle finestre.

La parete su cui si trova la finestra non sempre viene sfruttata. A questo punto perchè non inserirci una mensola con una adeguata profondità? Lavorare guardando verso l’esterno rende tutto più piacevole!

  • Utilizzare una vecchia scrivania d’epoca.

Non amate l’arredo moderno? Potete trovare una scrivania antica che si coordini agli arredi del salotto, così da armonizzarsi con il vostro ambiente.

  • Dietro alla testata del letto

Avete una camera da letto stretta e lunga? Avete mai pensato di sistemare il letto letteralmente al centro della stanza? La testata del vostro letto potrebbe diventare, con un adeguato piano, una comoda scrivania oltre che un appoggio per le luci notturne e per tutto quello che in genere si trova sul vostro comodino.

Vi sono piaciuti i nostri suggerimenti? Se ci contattate potremmo trovare la soluzione che fa per voi!

In fondo basta poco! L’importante poi è tenere tutto in ordine.

E voi? Dove vorreste il vostro angolo ufficio?

Pin It on Pinterest